La fabbrica storica

L’edificio storico

Conceria del XVIII secolo, questo magnifico edificio diventa sede della profumeria Fragonard nel 1926. La visita alla fabbrica, interamente rinnovata e messa in valore nel 2015, offre un percorso originale per scoprire i misteri della profumeria tradizionale, dal trattamento delle materie prime fino all’ imbottigliamento dei prodotti finiti. Le apparecchiature utilizzate, dagli alambicchi di rame alle macchine del saponificio, sono di interesse storico, sociale e culturale sulle tecniche e le condizioni di lavoro delle profumerie familiari fino agli anni ’50.

Una visita al museo della profumeria, collocato al terzo piano di questo edificio, permette di scoprire l’universo del profumo dall’antichità ad oggi, grazie ad oggetti preziosi quali cucchiai per fard egizi, pomi d’ambra medievali, ecc. e inoltre quadri e antichi mobili provenzali.

La sala del distilloir

In questa sala sono esposti gli alambicchi in rame per l’ estrazione degli olii essenziali attraverso il processo di distillazione in corrente di vapore acqueo. Questa antica tecnica è stata inventata nel VIII secolo da artigiani arabi ed è ancora oggi uno dei fondamentali della profumeria tradizionale.

L’”enfleurage” a caldo o macerazione consiste nel lasciare in infusione i fiori nel grasso precedentemente riscaldato. Questa tecnica, già nota nell’antichità, fu perfezionata nel corso dei secoli. Nella sala del “distilloir” della Fabbrica Storica si possono vedere i recipienti usati in passato per la macerazione a caldo.

La tecnica della macerazione a freddo è stata sviluppata per i fiori più fragili come il gelsomino o il narciso che non resistono alle alte temperature. Molto diffusa nella regione di Grasse fino alla fine degli anni ’50, questa tecnica consiste nello spalmare uno strato di grasso inodore su delle placche di vetro che vengono poi ricoperte di fiori. Oggi è stata sostituita da tecniche moderne quali l’estrazione tramite solventi volatili o l’estrazione tramite anidride carbonica supercritica.

La sala di imbottigliamento

Se il “distilloir” della Fabbrica Storica è il riflesso di queste tecniche di estrazione passate, le altre sale presentano laboratori di fabbricazione in attività, dove sono effettuati l’ imbottigliamento e l’etichettatura dei profumi.

La linea di confezionamento è semiautomatica e per garantire alti standard qualitativi, ogni prodotto è controllato individualmente durante le varie tappe della fabbricazione.
I flaconi dorati utilizzati per i profumi da donna, esclusivi della profumeria Se il “distilloir” della Fabbrica Storica è il riflesso di queste tecniche di estrazione passate, le altre sale presentano laboratori di fabbricazione in attività, dove sono effettuati l’ imbottigliamento e l’etichettatura dei profumi.
La linea di confezionamento è semiautomatica e per garantire alti standard qualitativi, ogni prodotto è controllato individualmente durante le varie tappe della fabbricazione. I flaconi dorati utilizzati per i profumi da donna, esclusivi della profumeria Fragonard, vengono chiamati “estagnons”. Sono in alluminio, infrangibili e proteggono il profumo dalla luce conservandolo più a lungo (più di 6 anni). Per le eau de toilette maschili sono usati flaconi argentati.

Sulla linea di imbottigliamento gli “estagnons” vuoti sono collocati sul tavolo e quindi trainati dal nastro trasportatore fino al punto di riempimento. Qui la pompa viene inserita a mano e poi avvitata automaticamente. L'”estagnon” è codato alla base a getto d’inchiostro per permetterne la tracciabilità e etichettato. Alla fine della catena le operaie sono incaricate del controllo qualità.Fragonard, vengono chiamati “estagnons”. Sono in alluminio, infrangibili e proteggono il profumo dalla luce conservandolo più a lungo (più di 6 anni). Per le eau de toilette maschili sono usati flaconi argentati.
Sulla linea di imbottigliamento gli “estagnons” vuoti sono collocati sul tavolo e quindi trainati dal nastro trasportatore fino al punto di riempimento. Qui la pompa viene inserita a mano e poi avvitata automaticamente. L'”estagnon” è codato alla base a getto d’inchiostro per permetterne la tracciabilità e etichettato. Alla fine della catena le operaie sono incaricate del controllo qualità.

La sala di macerazione e filtraggio

La sala di macerazione e filtraggio è composta da grandi vasche inox in cui i concentrati di profumo sono diluiti con l’alcol e macerano per varie settimane. Durante questa operazione alcune cere vegetali, provenienti dalle materie prime naturali, possono formare un deposito. Per eliminarlo si procede a un raffreddamento a –5°C e ad un filtraggio del liquido in una macchina in acciaio inox, fino ad ottenere un prodotto perfettamente chiaro.

Il saponificio

Realizzati a partire da granuli di sapone neutro fabbricati in Francia, i saponi Fragonard sono profumati e lavorati nelle nostre fabbriche. Prima di arrivare nel suo grazioso astuccio colorato, il sapone segue diverse tappe: i granuli sono messi nell’ impastatrice con l’essenza profumata e un colorante alimentare, quindi proseguono il loro cammino nella laminatrice dove vengono ridotti in scaglie. In seguito queste scaglie sono versate nella trafila, una macchina che scalda il sapone a 60°C e forma una barra omogenea e malleabile che viene tagliata in panetti. Ogni panetto viene infine “battuto” da una pressa che dà la forma finale alla saponetta.

L’organo del profumiere

La visita dei reparti di fabbricazione termina nel vecchio laboratorio del profumiere.

La profumeria presenta una grande analogia con la musica: così come il musicista, il naso compone i suoi profumi davanti a un organo, un mobile su cui sono disposte tutte le essenze a lui necessarie. Ogni profumo è costituito da un accordo che si ottiene associando varie note (accordo legnoso, accordo cipriato, note fruttate, note fiorite). L’elaborazione di un profumo può richiedere vari anni di ricerca.

Oggi nel laboratorio del “naso” si svolgono i corsi dell’ “apprendista profumiere”.

La boutique

La visita termina nel salone di vendita dove tutti i prodotti della Profumeria Fragonard sono presentati sui vari banconi: profumi, eau de toilette, saponi, candele, diffusori ma anche cosmetici, gel doccia e cofanetti regalo…

L’offerta Fragonard è particolarmente ricca e varia: profumi floreali, fruttati, cipriati, legnosi o ancora orientali, una magnifica maniera di prolungare la visita scoprendo tutte le famiglie olfattive e trovando il profumo perfettamente adatto alla propria personalità, ai propri gusti e inclinazioni.

Informazioni pratiche

  • Accesso

    Centro città di Grasse
    20 boulevard Fragonard – 06130 Grasse

    Parcheggio della fabbrica secondo disponibilità (10 posti circa).
    Parcheggio Indigo CRESP di fronte alla fabbrica il cui ingresso è situato al 17 boulevard Fragonard.